News

Menù di Natale 2019

In occasione delle festività natalizie, l’Azienda Agrituristica “Le Frise” propone un menù particolare per festeggiare in compagnia. Ecco la proposta:

Antipasti:

  • carciofi e lumache
  • formaggi camuni accompagnati da marmellata di azzeruole e marmellata di petali di rosa rugosa (Silter di Valgabbia, agosto 2018, dell’azienda agricola “La Casera” di Sonia Spagnoli; Frisel di capra, marzo 2017, dell’azienda agrituristica “Le Frise” ed erborinato di capra, 70 giorni, dell’azienda agrituristica “Le Frise“)
  • i salumi di “Gigio“” e pane alle greppole (prosciutto crudo 36 mesi, salame di suino, salame di capra e salamella di cinghiale, lucanica al finocchio e peperoncino e salamella di suino grigliate, cotechino bollito)

Primi:

  • zuppa del pastore, con carne di pecora, patate (dell’azienda agricola di Livia Spagnoli), carvi e paprika piccante
  • ravioli con ripieno di patate e tartufo

Secondi:

  • porchetta al forno con polenta di mais nero spinoso
  • carrè di capriolo in agrodolce

Dolce:

  • pera Madernassa, cotta nel vino rosso e cannella, con gelato di latte di capra

Bevande:

  • acqua minerale Boario
  • vini del territorio alla carta

Cogliamo l’occasione per augurare a tutti Buone Feste, per un sereno Natale ed un felice Anno Nuovo!

Scarica il Menù di Natale 2019 in formato PdF

Noi dell’Azienda Agrituristica “Le Frise

utilizziamo prevalentemente prodotti nostri: carni, formaggi, verdure di stagione, erbe aromatiche ed erbe spontanee frutta e piccoli frutti; integriamo la nostra offerta eno-gastronomica con altri prodotti acquistati da aziende del territorio; sosteniamo i prodotti del territorio non solo per obblighi normativi, ma anche e soprattutto:

  • perché sono buoni,
  • perché appartengono alla nostra cultura eno-gastronomica,
  • perché in tal modo contribuiamo a promuovere la nostra economia locale,
  • perché vogliamo che venga tramandato alle generazioni future il sapere di coloro che ancora producono in modo naturale salvaguardando l’ambiente, senza inquinare e seguendo il ritmo delle stagioni, con grande rispetto per la terra sulla quale vivono e dalla quale traggono sostentamento.